Subscribe to RSS feeds

domenica 22 febbraio 2009

Il gioco chiamato "politica"

Vedo delle facce. Ogni santo giorno.
Facce presuntuose, sicure di sè, sprizzanti di benessere.
Visi da notiziari, da salotti televisivi.

Ormai cominciano a sembrarmi dei parenti se non fosse per l'estraneità all'indecenza che rappresentano, alle idee malate che portano avanti.

Il fatto è che Rappresentano anche Me.

Nel Mio nome fanno le leggi che dovrò seguire e che segnano la mia Vita e le mie Scelte.
Li chiamiamo "politici" perchè si occupano "dell'arte di governare la società".
E io sono parte di questa società. Anche i miei figli.
Quindi si tratta della mia Vita, anche della mia Morte quando una legge mi impedisce di scegliere. Quell'unica che mi è stata data...tutto quello che ho.
Mi dicono - è un gioco più grande di noi...
Mi è difficile accettare però che la mia Vita sia sottoposta a questo gioco (per grande che sia) - interessi, opposizioni, accordi, compromessi, mazzette, logge...
E le regole non sono neanche uguali per tutti.

Alla fine non so se esiste veramente quest'arte, "politica".
Oppure se si tratti solo di un volgare accaparrarsi le Vite altrui.
E' potuto diventare questo a causa della nostra apatia, della corazza di indifferenza che avrebbe dovuto proteggere i nostri piccoli mondi.
Ma non ci metterà al riparo dalle follie del Potere.

Non hanno dovuto neanche violare le nostre libertà. Come agli asini ci basta la carota per scegliere...la servitù e il silenzio.
Un posto di lavoro, un contatto utile con la persona giusta, una mano...che lava l'altra.
Forse è solo un gioco.
Ma la "posta" in gioco qual'è?

3 commenti:

articolo21 ha detto...

Riflessioni serie di una persona normale. Sono le domande di tutti. Senza risposta.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

Kristel, questo stato di cose sono il frutto di un lavoro concertato (tra politica fascista -mai morta- e tv) che dura da anni e che ha ridotto gli italiani ad automi, incapaci di reagire. Abbiamo la possibilità della rete, ma la maggior parte degli italiani guarda ancora la tv.
Già, ma queste cose le sai anche tu.
Ciao

Danx ha detto...

Verooo:

"Ormai cominciano a sembrarmi dei parenti se non fosse per l'estraneità all'indecenza che rappresentano"

Peccato che per molti siano solo parte di uno show da guardare distrattamente in tivvu!

"el Mio nome fanno le leggi che dovrò seguire e che segnano la mia Vita e le mie Scelte.
Li chiamiamo "politici" perchè si occupano "dell'arte di governare la società".
E io sono parte di questa società. Anche i miei figli."

Peccato che molti se ne freghino totalmente della politica.
Mi disgusta, ma se non apprendiamo chi siano e cosa fanno...come possiamo cambiare?